Menu Chiudi

Pecorino Romano DOP, il consorzio approva il piano offerta con il 77% dei voti. Palitta: ora la filiera faccia la sua parte

Condividi

Approvato il piano dell’offerta del Pecorino Romano Dop con il 77 per cento degli aventi diritto di voto assenti compresi.

Ora, dopo il via libera dell’assemblea del Consorzio, inizia l’iter di approvazione che prevede le adesioni degli allevatori e poi dei produttori, compresi i non soci. “Abbiamo introdotto il vincolo determinante per l’ottenimento delle deroghe rispetto alle produzioni oltre la quota segnata che prevede l’obbligo della lunga stagionatura a 12 mesi”, spiega ad AGRICOLAE il presidente Salvatore Palitta. “Questo per regolamentare l’immissione sul mercato del prodotto che è l’elemento che determina il deprezzamento del prodotto” precisa poi. “Si tratta di un passo avanti faticoso ed è il primo verso la riorganizzazione del sistema. Il consorzio ha fatto la sua parte – conclude – ora il resto della filiera faccia la sua facendosi parte attiva”.


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *